Post in evidenza

Letture in ebook, economiche e comode,oggi si legge così

tre romanzi di Qam, tutti interessanti, leggere in ebook è facile, è bello, su un tablet ci stanno migliaia di romanzi,letture,un tablet p...

Barra video

Loading...

05/10/14

bersaglio mobile del 3 ottobre molto interessante,puntata su de magistris,ma spunta napolitano che si prese la tangente di 200 milioni ai tempi di tangentopoli,pare,ma molto probabile sia vero



violante_napo_mancino.jpg

Il programma di approfondimento politico condotto da Enrico Mentana

da vedere e interessante, si parla di de magistris e delle stragi,della trattativa stato mafia,è presente de magistris e anche la guzzanti dove illustra la sua ultima opera, la trattativa mafia stato,ma quì arriva anche napolitano che pare abbia preso come tutti i politici la tangente da un imprenditore di 200 milioni ai tempi di mani pulite e la sua posizione allora venne segretata,ossia nulla si seppe e perchè era presidente della camera,ma era anche presidente ai tempi delle bombe e poi mancino che era ai tempi ministro,ma anche amato era sempre presente ai tempi con ciampi e poi venne alla luce berlusconi con il fido letta, insomma capiamoci oltre alla trasmissione molto interessante, peccato che sia andata in onda tardi e poi con un auditel di 500 mila persone,insomma di appassionati,non milioni,ma fa capire anche il perchè al quirinale sempre napolitano è contornato da letta e amato,e poi si capisce il prerchè violante deve andare  a fare il giudice costituzionale e amato è giudice della Corte Costituzionale ,poi l'altro comme se chiamma Ignazio Francesco Caramazza. ,che pare sempre legato ai fatti oscuri di ,cioè napolitano quando il ds e poi pd lo ha eletto che s'è reso conto di cosa hanno messo?Certamente si,allora chi sono prima i ds e poi il pd, un partito morto di inciuci e mafie varie,un partito che non è l'erede del pc, che poteva pure prendere tangenti,ma così sporco mai io credetti ai tempi,dunque chi hanno preso dal pc,il peggio,un uomo sospettato di essere di stirpe reale, detto ù figliu ù re,ma non per burla,ma per varie vicessitudini dove si sussurra che la mamma fu amante del re, e poi un uomo cresciuto come delfino del fascismo e che s'è infilato nel pc come si conviene ai figli veri o presunti reali cacciati dall'italia perchè l'hanno tradita,insomma con tutta la gente che c'è normale con limpida vita vissuta,pigliano napolitano,ma perchè sottobanco ci sarà stato berlusconi in accordo con la scelta scellerata e si spiega il perchè poi il presidente viene seguito passo passo dalle damigiane di disonore letta e amato,insomma più che presidente pareva un recluso di onore scortato da gente che di tutto era famosa ma non di certo di rettitudine,uno le distribuiva le tantganti e l'altro le incassava,magari lì a ricordare che pure lui era come loro,cioè tangentizio.
ma perchè io cittadina di 65 anni ,una che nulla conta scrivo questo,perchè ho capito che noi siamo stati governati per decenni da accordi fra mafia e politici che vuol dire mafia,che ci azzecca de magistris, da fastidio,deve sparire, come tutto ciò che è mafia viene fatto fuori e furor di leggi e giudici,ma io posso avere fiducia di uno stato così,no,per poi io credo la cosa si estenda in tutto il paese e per qualunque cosa che tratti soldi,dunque chi siamo,un paese di mafia siamo e  dobbiamo,dobbiamo cambiare, via questa gentaglia,via questo vecchiume marcio e corrotto e ci fossero più de magistris, che non so come sindaco che ha fatto,ma apprezzo come magistrato,napolitano per il bene di tutti si deve dimettere e berlusconi per esempio e di cambiamento di un paese deve finire in galera e via gli amati,i letta i renzi ecc, sono marciume,sono il disonore del paese oltre che il costo della nostra disfatta economica,perchè le mafie sono ricche straricche di soldi nostri e i politici pure, sono solo criminali




http://www.la7.it/bersaglio-mobile/rivedila7/bersaglio-mobile-04-10-2014-137737#

Durante il processo svelò che Napolitano era stato indagato durante Tangentopoli. Durante il processo l’ex magistrato per spiegare il motivo per cui aveva secretato il nome di uno degli indagati nell’indagine Why Not rivelò che c’era stato un precedente che riguarda l’iscrizione nel registro degli indagati dell’attuale presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano: “… il mio magistrato affidatario, il dottore Cantelmo oggi procuratore della Repubblica e un altro magistrato oggi componente d’esame, Quatrano, mi dissero che anche loro durante l’inchiesta di Tangentopoliprocedettero a secretare un’iscrizione, in particolare quella dell’allora presidente della Camera, Giorgio Napolitano e secretarono per evitare che ci potesse stare una fuga di notizie”.http://www.ilfattoquotidiano.it/2014/10/01/caso-de-magistris-sentenza-arrivata-in-prefettura-alfano-oggi-si-procedera/1139953/
Posta un commento